IL RESTAURO CONSERVATIVO DEL CROCIFISSO LIGNEO POLICROMO DEL XVII SEC. ATTRIBUITO A FRATE UMILE DA PETRALIA E CUSTODITO ALL’INTERNO DELLA CHIESA MADRE IN CASTROFILIPPO (AG)

Settembre 2013 restauratore : Prof. Fazzio Franco collaboratore restauratore : Catalano Maurizio

di Pro Loco, pubblicato il: 14/08/2014 in: Portale Storia, Letto: 762 volte

Restauro Crocifisso IL RESTAURO CONSERVATIVO DEL CROCIFISSO LIGNEO POLICROMO DEL XVII SEC. ATTRIBUITO A FRATE UMILE DA PETRALIA E CUSTODITO ALL’INTERNO DELLA CHIESA MADRE IN CASTROFILIPPO (AG)

Il crocifisso è una scultura lignea policroma, in dimensioni naturali di cm 170 di altezza x cm 150 di larghezza, databile alla prima metà del Seicento ed attribuibile alla scuola di Frate Umile da Petralia o addirittura allo stesso maestro, al secolo Giovanni Pintorno nato a Petralia Soprana tra il 1600 ed il 1601 e morto a Palermo nel convento di S. Antonio il 9 Febbraio del 1639. Stilisticamente l’opera è molto simile alle opere autografe del frate, anche se secondo la leggenda ne scolpì 33 e tutti diversi l’uno dall’altro. Va tenuto in considerazione che il Pintorno ebbe diversi allievi la maggior parte dei quali frati francescani, che ne appresero l’arte e ne imitarono lo stile. Il restauro eseguito è stato finalizzato alla rimozione di tutte le materie e strati di colore posticci applicati nel tempo, riportando così in luce la pigmentazione del vero incarnato con tutti i suoi dettagli come gli ematomi e le colature di sangue e soprattutto recuperando l’anatomia del modellato originale. tra i vari strati di ritocchi e rifacimenti di colore, il più difficile ed impegnativo da rimuovere è stato quello eseguito nella seconda metà dell’Ottocento, poiché era consistente nello spessore e tenace nella sua solubilizzazione, naturalmente senza danneggiare la sua pigmentazione originale. Alla pulitura è seguita la disinfestazione ed il consolidamento del legno perché eroso dall’azione devastante dei tarli, per ultimo sono state ricostruite e stuccate le piccole parti mancanti del legno e le lacune di colore sono state integrate applicando la tecnica del rigatino. Settembre 2013 restauratore : Prof. Fazzio Franco collaboratore restauratore : Catalano Maurizio

Portale Storia (indice)

Cenni Storici (Calogero Serravillo)

Cenni Artistici (Tommaso Inzalaco)

 

 

 

 

Sorgente: L’Arcobaleno – Pro Loco Castrofilippo

Annunci